I PRIMI ANNI DEL RAAB

IL RITORNO A CASTIGLIONE DEI PEPOLI

Prosegue senza sosta l’attività di Prosevent, e dei numerosi sostenitori, per l’organizzazione del R.A.A.B. Historic che a fine luglio riporterà sul palcoscenico delle strade bolognesi gli attori del mondo delle autostoriche. Rally e regolarità in due giorni di sport, agonismo e tanta passione per rievocare al meglio la prima edizione del 1976. Castiglione dei Pepoli (BO), 23 maggio 2016 – A poco più di due mesi dall’effettuazione cresce la “febbre” da R.A.A.B. Historic che sarà la prima edizione della gara fortemente voluta per celebrare i quarant’anni da quella del 1976 che diede inizio alla storia del rally bolognese e che tra gli anni ’70 e ’80 scrisse pagine indelebili della storia della specialità. Prosevent e Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese sono da tempo al lavoro per entrare nel migliore dei modi nel mondo dei rally storici, disciplina in costante ascesa e nella quale un nome altisonante come il R.A.A.B. non mancherà di trovare giusta collocazione.

LA STORIA

Era il 23 otobre del 1976 quando da Castglione dei Pepoli partrono oltre centosessanta equipaggi alla prima edizione del Rally Alto Appennino Bolognese: da quel giorno l’acronimo R.A.A.B. entrò nel cuore degli sportvi bolognesi e non solo. Una gara corsa di note ed organizzata in modo eccellente dalla Scuderia Palazzina; la validità per il TRN richiamò sin dalla prima edizione pilot molto qualifcat: scorrendo l’elenco iscrit si leggevano infat quelli di Magnani, Vudaferi, Zordan, Betega, Pasut, solo per citarne alcuni. Artefci di tuto questo furono i fratelli Cassarini ben coadiuvat da Pelliccioni e Muscioni, i quali scelsero un percorso tecnico e difcile contornato da un’organizzazione defnita esemplare. Dodici furono le prove speciali disputate alcune delle quali diventate “patrimonio” del R.A.A.B. come la “Tavianella”; dopo un’ora e mezza di gara fu la Lancia Stratos di Magnani e Valentno a trionfare con quasi mezzo minuto di vantaggio sulla vetura gemella di Vudaferi e Bonaga; sul tezo gradino del podio salì un’altra Stratos, quella di Cesari e Bertolo. Notevole la prestazione di Zordan e Dalla Beneta quart assolut e primi del Gruppo 3 con la Porsche 911; sugli scudi un altro equipaggio veneto quello formato da Piva e Consuma vincitori del Gruppo 2 con l’Opel Ascona SR mentre il Gruppo 1 fu appannaggio dell’astro nascente Betega, dodicesimo assoluto in coppia con Alberton. Novanta gli equipaggi che tagliarono il traguardo dei una riuscitssima prima edizione e il voto 9 che venne assegnato da Autosprint sia per l’organizzazione quanto per la sicurezza, fu la conferma del successo di quel rally che a quarant’anni di distanza sarà rievocato dal 1° RAAB Storico in programma alla fne di luglio.