WhatsApp Image 2019-07-23 at 23.51.48
SONO 75, GLI ISCRITTI AL 43° R.A.A.B. HISTORIC
24 luglio 2019

BRUSORI-CARRUGI DOMINANO IL 43° RAAB HISTORIC SUI SIMONETTI, TONELLI-DEBBI FANNO IL PIENO DI APPLAUSI

7d760fca573f04338f58cadb1b6bb589_XL

Una gara che ha avuto un solo dominatore: il duo della X Race Sport composto da Simone Brusori e Fernando Carrugi, che con la usuale Porsche 911 ha preso la leader ship della gara fin dalla prova d’apertura incrementando il vantaggio sugli avversari fino alla pedana d’arrivo di Castiglion de Pepoli. Nessuno ha impensierito il pilota locale che solo nel finale ha lasciato agli avversari alcuni secondi controllando comunque la classifica.

Un altro equipaggio locale, il duo composto da Gilberto e Massimiliano Simonetti ha colto, al rientro con la Porsche 911 RS, la piazza d’onore avendo la meglio, dopo una bella battaglia nei confronti di Oreste Pasetto e Carlo Salvo attardati da una divagazione nella prima parte di gara e poi sempre in zona podio. Tra l’altro mentre Brusori si è aggiudicato l’assoluta e il terzo raggruppamento, Simonetti ha fatto suo il secondo.

Grande prestazione, pur disponendo di minore cavalleria, per il duo Tonelli-Debbi con una spettacolare Ford Escort RS che è di poco sotto il podio assoluto oltre che secondo di Raggruppamento seguito da Voltolini-Morelli e Ferrari-Comellato entrambi su Porsche 911. Eccezionale la gara di Cochis e la Manganone che dopo l’esperienza nel Trofeo A112 sono saliti di categoria utilizzando una Peugeot 205 Gti con cui si sono aggiudicati il Quarto Raggruppamento oltre una prestigiosa settima piazza assoluta. L’ottava piazza invece è stata appannaggio di Tirone-Giannone un altro equipaggio della casa di Stoccarda che precede Cattolino-Sammicheli invece con una Opel Kadett Gt/e che proprio qui al RAAB aveva esordito nelle mani dell’indimenticabile Attilio Bettega.

Chiude i top ten, di una ipotetica classifica assoluta, il forte e giovanissimo duo Scalabrin-Paganoni che a suon di prestazioni di alto livello si aggiudica con autorità la particolare classifica A112 Abarth. Proprio in quest’ultima, dietro all’imprendibile Scalabrin bagarre fino all’ultimo metro che ha visto prevalere Becchelle-Dal Bosco di stretta misura nei confronti di Cazzaro-Brunaporto. Tra i vincitori di classe da mettere in evidenza Pedretti-Fedele alle prese con un BMW M3 e primi di categoria, mentre tra i ritiri da citare Mariotti per noie al cambio della sua ammiratissima Alfa Romeo GTV Turbodelta. Anche nel Trofeo A112 Abarth ritiri tra i protagonisti per Dall’Avo e per la rientrante Maggiarin entrambi per incidente che gli ha compromesso la prosecuzione della gara nelle fasi finali.

La scuderia Team Bassano grazie ai risultati dei suoi equipaggi che si sono distinti nell’assoluta come Cochis, Tirone e Cattolino si è aggiudicata la particolare classifica tra le scuderie.

Nella gara di regolarità sport invece bagarre con vittoria finale di Turri-Moscato con una Fiat 128 che ha preceduto Mozzi-Garavello invece su Opel Kadett Gt/e con un distacco al fotofinish di appena due punti. Più attardato il terzo classificato Bentivogli-Marani su Fiat 124 Abarth Rally attardato nelle fasi iniziali per noie tecniche che lo hanno costretto a recuperare con decisione nella giornata di sabato. Qui la vittoria tra le scuderie è stata assegnata alla Scuderia Progetto Mite che coinvolge in questa attività navigatori ipovedenti che svolgono in maniera vincente l’importante e decisivo ruolo di navigatore.

Soddisfazione per gli organizzatori della Eventstyle e delle amministrazioni che, presenti nelle varie fasi dello svolgimento della manifestazione, hanno avuto parole di apprezzamento per il ritorno ad alti livelli del RAAB che è stato e continua ad essere un punto di riferimento per gli appassionati delle quattro ruote coinvolgendo migliaia di persone e valorizzando così le numerose bellezze storiche e naturali del territorio. Appuntamento perciò per l’edizione 2020 del RAAB Historic e della Regolarità Sport oramai entrati come appuntamento fisso dell’Area bolognese con i comuni di Castiglione dei Pepoli, vero polo di riferimento della gara, ma anche del Comune di Camugnano e di San Benedetto Val di Sambro che hanno ospitato le fasi salienti della manifestazione.

FONTE: UFFICIO STAMPA RAAB HISTORIC